Le nostre complicazioni

Le complicazioni sono la massima espressione dell’orologeria intesa come arte. Per realizzarle occorrono specialisti dotati di competenze eccezionali, che Blancpain ha riunito sotto un unico tetto. Le nostre collezioni offrono calendari (completi, annuali o perpetui), fasi lunari, quantième, equazioni del tempo, doppi fusi orari, sveglie, tourbillon, carrousel, cronografi (rattrappanti, monopulsante o flyback), ore a scatto, minuti o secondi ad andamento retrogrado, profondimetri e ripetizioni minuti (con o senza automi). Tra il savoir-faire di Blancpain rientra anche la combinazione di complicazioni diverse.
Interamente realizzati “in house” – un’esclusività unica nell’orologeria – i nostri movimenti riflettono il tecnicismo e la maestria eccezionale della nostra Manifattura

Ripetizione minuti

La ripetizione minuti è una delle complicazioni principali dell’orologeria. Ideata in origine per indicare l’ora al buio, è ancora oggi una delle complicazioni più difficili da realizzare, e una delle più apprezzate.

Grazie a un complesso meccanismo composto da una memoria meccanica e da due timbri colpiti da martelletti, che si aziona mediante un apposito dispositivo, la ripetizione minuti segnala il tempo mediante due suoni distinti. Una nota grave indica le ore e due suoni, il primo acuto e il secondo grave, segnano i quarti d’ora. Infine una nota acuta scandisce i minuti. Per garantire la purezza e la musicalità dei suoni, è fondamentale selezionare i metalli con estrema accuratezza e regolare ogni movimento manualmente. Costruire una ripetizione minuti è un’operazione molto complessa. Solo pochi esemplari, numerati individualmente, escono dai nostri atelier di Le Brassus e vengono immessi sul mercato.

Blancpain svolge un ruolo di pioniere nella creazione di orologi con ripetizione minuti. Abbiamo condotto numerose ricerche per ottimizzare la sonorità dei nostri meccanismi. Le nostre complicazioni sono dotate di suonerie a cattedrale le cui lame compiono un giro e mezzo attorno al movimento, emettendo un suono dalla qualità impeccabile. La purezza acustica dei segnatempo Blancpain è inoltre assicurata dall’utilizzo di un regolatore a inerzia variabile, che riduce i rumori di fondo prodotti dal meccanismo.  

Thumbnail
Thumbnail

Carrousel

Dimenticata per oltre un secolo dai grandi nomi dell’orologeria, la complicazione chiamata carrousel ha lo scopo di ridurre gli effetti che la gravità terrestre ha sul funzionamento del movimento. Rappresenta perciò un’alternativa al tourbillon, dal quale si distingue per la modalità con cui svolge questo compito. Il carrousel è collegato al bariletto da due ruotismi. Il primo trasmette l’energia necessaria al funzionamento dello scappamento, mentre il secondo controlla la velocità di rotazione della gabbia.
Scegliendo di riproporre e rinnovare questo meccanismo – per la prima volta miniaturizzato e adattato alle dimensioni di un orologio da polso – Blancpain ha scritto una pagina di storia. Il Carrousel Volant Une Minute di Blancpain è la prima complicazione la cui gabbia esegue un giro completo in un minuto. Questo modello non solo si è aggiudicato diversi record mondiali in occasione della sua presentazione nel 2008, ma rimane ancora oggi una creazione unica nell’intero universo dell’orologeria. Il quadrante è dotato di un’apertura alle 12h che permette di ammirare il sistema ingegnoso del carrousel. Si tratta di un’architettura elegante, dove il ponte superiore assume la forma di una lancetta che indica i secondi.

Tourbillon

Il tourbillon è una delle innovazioni più importanti dell’intera storia dell’orologeria. Questa complicazione è in grado di valutare le influenze dell’attrazione terrestre sulla precisione dell’orologio in base alla posizione che esso assume, e di compensarle mediante l’inserimento di un organo regolatore costituito da bilanciere, spirale e scappamento e racchiuso entro una gabbia rotante. In una versione classica, la gabbia compie un giro al minuto. Ruotando fino ad assumere tutte le diverse posizioni verticali, il tourbillon compensa e annulla gli effetti della gravità.   

Nel corso degli anni Blancpain ha realizzato numerosi modelli in cui il tourbillon è associato ad altre complicazioni, come il cronografo, il calendario perpetuo o l’esclusivo meccanismo “1735”. La Maison inoltre ha presentato il primo tourbillon volante, che si distingue per la sua struttura inedita, priva di ponte superiore, grazie alla quale è possibile ammirare i componenti principali del meccanismo. Nel 2018 la Manifattura Blancpain si è spinta ancora oltre con il modello Villeret Tourbillon Volant Heure Sautante Minute Rétrograde, nel quale il ponte inferiore lascia il posto a un disco di zaffiro trasparente. La gabbia del tourbillon, il bilanciere e lo scappamento sembrano muoversi liberamente al di sopra della ruota fissa, connessa con il disco di zaffiro.

Thumbnail

Calendario cinese tradizionale

Con il calendario cinese tradizionale, Blancpain ha accolto un’ardua sfida tecnica che consiste nell’integrazione meccanica di due differenti interpretazioni del tempo. Sono occorsi cinque anni di ricerche per poter affiancare in un unico segnatempo le principali indicazioni del calendario cinese e di quello gregoriano. Si tratta di un’autentica prodezza tecnica, poiché l’unità di misurazione alla base di questi due sistemi temporali è diversa. Mentre il calendario gregoriano è fondato sul giorno solare, quello cinese – detto anche lunisolare – segue il ciclo lunare, composto da 29,53059 giorni. Ne risulta un anno di 12 mesi lunari più corto di circa 11 giorni rispetto a quello solare. Per garantire la coerenza con il ciclo delle stagioni, ogni 2/3 anni nel calendario cinese viene aggiunto un mese intercalare. È per questo motivo che la data del Capodanno cinese varia di anno in anno. Tuttavia, la complessità di questo calendario va oltre, poiché suddivide il giorno in 12 ore doppie, che sostituiscono le 24 ore da 60 minuti del calendario gregoriano. Ognuna di queste ore doppie è nominata seguendo l’ordine dei dodici rami terrestri e rappresentata da uno degli animali dello zodiaco cinese. 

Thumbnail

Il calendario cinese tradizionale di Blancpain è un capolavoro di orologeria, e presenta difficoltà di realizzazione superiori a quelle del calendario perpetuo. Ogni esemplare dotato di questa complicazione è assemblato e regolato a mano, con estrema cura, da un maestro orologiaio dell’atelier Grandes Complications nella Manifattura di Le Brassus.  

Calendario perpetuo

Il calendario perpetuo è una vera e propria memoria meccanica in grado di indicare il giorno della settimana, la data, il mese e l’anno bisestile. Questo calendario tiene in conto la variazione di durata dei mesi e non richiede  regolazioni manuali della data fino al 2100, una caratteristica frutto di un know-how superiore. 

 

Spinta dal suo slancio innovativo, nel 2004 la Manifattura Blancpain ha lanciato il primo sistema di correttori situato sotto le anse, associato a un calendario perpetuo. Questo meccanismo brevettato consente di regolare le indicazioni del calendario mediante una semplice pressione del dito, senza l’ausilio di strumenti di correzione. I correttori, posizionati sotto le anse, non sono visibili quando si indossa l’orologio. Questa novità ha permesso a Blancpain di creare orologi con calendario perpetuo dal design lineare, nei quali la curva della cassa non è interrotta dalle rientranze che caratterizzano gli orologi con calendario di tipo standard. 

Thumbnail

Equazione del tempo marcia

Tra i meccanismi più rari e affascinanti dell’orologeria figura l’equazione del tempo marciante che lega l’orologio al ciclo solare, indicando la differenza tra il tempo solare reale (ore e minuti solari) e il tempo solare medio (ore e minuti civili).

Sin dai tempi antichi il Sole è sempre stato utilizzato come riferimento temporale. Tuttavia il movimento apparente che compie – il tempo solare reale indicato dalle meridiane – non è regolare. Per praticità, l’uomo ha quindi deciso di suddividere il giorno in 24 ore della stessa durata. Sebbene estremamente utile per soddisfare le esigenze della vita civile, questa convenzione non corrisponde alla durata reale di una giornata solare, dalla quale registra uno scarto che va da +16 a -14 minuti. In quattro giorni all’anno queste discrepanze vengono compensate, e tempo reale e medio coincidono alla perfezione. Poiché le variazioni tra queste due misurazioni si ripetono nella stessa maniera e nelle stesse date, gli orologi sono in grado di riprodurle meccanicamente e di indicarle, abitualmente in una sezione o un quadrante secondari. Per conoscere l’ora solare reale è sufficiente sommare o sottrarre mentalmente la differenza segnalata dall’orologio.

Thumbnail

Ancora una volta Blancpain si è spinto oltre i confini di questa complicazione  creando il primo segnatempo dotato di Equazione del tempo marciante. Sul quadrante spiccano due lancette coassiali dei minuti, di cui una segnala il tempo solare medio (quello degli orologi) e l’altra il tempo solare reale (quello delle meridiane, riflesso dell’orbita ellittica della Terra attorno al Sole). Questo sistema inedito, particolarmente intuitivo e funzionale, consente così una lettura diretta dell’ora solare reale, senza dover effettuare calcoli come accade con gli orologi tradizionali dotati di equazione del tempo.

Profondimetro meccanico

Il profondimetro meccanico è una complicazione presente nel modello X Fathoms di Blancpain, grazie alla quale è possibile misurare profondità fino a 90 metri e memorizzare la profondità massima raggiunta. Il meccanismo è associato a un’indicazione separata per la zona 0-15 metri con una precisione eccezionale di +/- 30 cm, e a un contatore retrogrado dei 5 minuti dedicato alle soste di decompressione.

Le ricerche condotte dalla Manifattura hanno mostrato che il metallo amorfo, elastico e resistente alle deformazioni permanenti, è il materiale ideale per realizzare l’elemento centrale del profondimetro: la membrana. In particolare, questa scelta ha permesso di ridurre lo spessore della membrana della metà rispetto all’acciaio e di ottimizzare la precisione della complicazione. Per garantire indicazioni di profondità il più accurate possibile, Blancpain procede alla regolazione individuale dei segnatempo X Fathoms.

Thumbnail

Cronografo flyback

Il cronografo flyback serve per misurare direttamente intervalli di tempo consecutivi. 

A differenza di un cronografo classico, nel quale occorre premere tre volte di seguito i pulsanti – arresto, azzeramento e riavvio –, con il flyback basta un’unica pressione sull’apposito pulsante per arrestare la misurazione del primo intervallo e riportare la lancetta a zero. La lancetta cronografica riparte immediatamente non appena si libera il pulsante.

Thumbnail

Apprezzata dai piloti per il risparmio di tempo che offre, questa funzione è particolarmente adatta all’aviazione e alla navigazione, oltre che alle immersioni. Gli orologi Blancpain dotati di cronografo flyback sono impermeabili e funzionali fino a 10 bar, che diventano addirittura 30 bar nei modelli della collezione Fifty Fathoms.

Sveglia GMT

Grazie a questa complicazione estremamente utile è possibile programmare una suoneria secondo un orario preciso. Un contatore delle “12 ore” dotato di due lancette, situato all’altezza delle 3h, indica per quale ora è programmata la sveglia. Con una pressione del pulsante all’altezza delle 8h si aziona la sveglia mediante una ruota a colonne. All’altezza dell’1h l’indicatore “on/off” segnala se la sveglia è attiva o meno. La suoneria è azionata da un martelletto che colpisce un timbre.

Particolarmente pratici, gli orologi Blancpain provvisti di sveglia associano due complicazioni fondamentali, soprattutto per i viaggiatori: la sveglia meccanica e l’indicazione di un secondo fuso orario, ossia la funzione GMT. Completa i segnatempo la data, la cui correzione (in avanti o all’indietro) è legata al secondo fuso orario.

I modelli Réveil GMT di Blancpain scandiscono l’orario di riferimento attraverso una lancetta centrale su 24 ore. L’ora della sveglia è collegata al secondo fuso orario, segnalato dalle classiche lancette delle ore e dei minuti, e corrisponde all’ora del Paese in cui ci si trova in quel momento. 

Thumbnail
Thumbnail

Calendario annuale

Gli orologi con calendario annuale indicano il giorno del mese tenendo automaticamente conto della variazione di durata dei mesi. A differenza del calendario perpetuo, quello annuale non contempla né la peculiarità del mese di febbraio, considerato come un mese di 30 giorni, né gli anni bisestili. Una volta all’anno occorre quindi procedere alla correzione manuale a fine febbraio.

Nei segnatempo Blancpain questa complicazione figura sul quadrante principale ed è leggibile grazie a un’apposita lancetta o in un’apposita finestrella.

Calendario completo

Questa complicazione indica data, giorno della settimana e mese. Il volto mutevole della Luna, riprodotto sul quadrante, aggiunge una nota poetica all’insieme.

I segnatempo Blancpain con calendario completo mostrano il giorno della settimana e il mese attraverso due finestrelle, mentre la data è leggibile mediante la lancetta centrale. Nella collezione Villeret quest’ultima è costituita da una lancetta a serpentina d’acciaio azzurrato, in omaggio alla tradizione ereditata dal XVIII secolo, in base alla quale le informazioni secondarie di un orologio andavano scandite da indicatori dalle forme speciali. A differenza del calendario annuale e di quello perpetuo, il calendario completo non tiene conto della durata variabile dei mesi, e occorre quindi correggerlo 5 volte all’anno, alla fine di ogni mese con meno di 31 giorni.

La riproduzione dei cicli lunari sul quadrante dei segnatempo Blancpain dotati di calendario completo ricorda i legami ancestrali esistenti tra l’orologeria e l’astronomia. Questi orologi indicano se la Luna è nuova, crescente, piena o calante. Attraverso un’apertura sul quadrante si può ammirare il volto della Luna corrispondente alla fase lunare in corso. 

Thumbnail

Settimanale

Il settimanale è una complicazione pensata per evidenziare sul quadrante il numero che la settimana in corso occupa nell’arco dell’anno. Molto attuale nella nostra epoca, questa informazione è fornita da una lancetta centrale che indica uno dei numeri presenti sul perimentro esterno del quadrante. Il cambiamento della settimana scatta a mezzanotte, nel passaggio da domenica a lunedì, contemporaneamente al cambio della data.

La numerazione da 1 a 53 ricorda che, secondo le convenzioni ufficiali, alcuni anni contano 53 settimane, per esempio il 2020 e il 2026, per citare i più vicini. 

Thumbnail

Concepiti a fini pragmatici, gli orologi Blancpain con settimanale sono inoltre provvisti di una grande data, dell’indicazione del giorno della settimana e della riserva di carica. La correzione della settimana è indipendente e intuitiva, e si effettua con l’ausilio di un correttore situato sotto la cassa, di facile accesso e agevole manovrabilità.

Grande data

Si tratta di una complicazione raffinata e funzionale che segnala la data del mese con grandi numeri evidenziati attraverso due finestrelle. Combinando due dischi che appaiono in due ampie aperture poste una a fianco all’altra si ottiene la data. Il primo disco comprende i numeri da 0 a 3 per indicare le decine, il secondo scandisce le unità con cifre da 0 a 9. È fondamentale che i due dischi siano perfettamente sincronizzati.

Il meccanismo della grande data elaborato da Blancpain si distingue per la sua ricercatezza. Oltre alla visualizzazione più grande della data e al cambiamento automatico a mezzanotte, i segnatempo Blancpain dotati di questa funzione si caratterizzano per le performance energetiche ottimali, che non intaccano la riserva di carica. Inoltre la loro cassa ha uno spessore minimo, e quindi un look più elegante, assicurando comunque un’ottima  protezione contro gli urti.

Thumbnail
Thumbnail

Fasi lunari

La riproduzione dei cicli lunari sul quadrante delle creazioni Blancpain richiama legami ancestrali tra l’orologeria e l’astronomia. Questi orologi indicano se la Luna è nuova, crescente, piena o calante. 
Attraverso un’apertura sul quadrante alle 6h si può ammirare il volto della Luna corrispondente alla fase lunare attuale. L’indicazione delle  fasi lunari avviene grazie a una ruota con 59 denti, pari a due cicli lunari completi di 29,5 giorni. È per questo che la Luna è disegnata due volte sul disco azionato da quella stessa ruota. Questo meccanismo viene attivato da un ingranaggio una volta al giorno, attorno alle 18:00.
Alcuni modelli per signora si distinguono per l’estrema cura dei dettagli – un tratto distintivo di Blancpain –, come per esempio l’affascinante volto dalle sembianze femminili della Luna con un neo che ne rende il sorriso ancora più intrigante.

Mezzo fuso orario

Questa complicazione interessa i segnatempo con doppio fuso orario e consente di impostare la seconda ora con scatti precisi di 30 minuti per chi viaggia in Paesi in cui il fuso orario si ferma alla mezz’ora.
A differenza dei classici meccanismi GMT, nei quali la lancetta delle ore effettua scatti pari a un’ora, gli orologi con mezzo fuso orario richiedono l’avanzamento di due lancette: ore e minuti. Si tratta quindi di funzioni decisamente più elaborate.

I segnatempo Blancpain con mezzo fuso orario si basano sull’intuitività per semplificarne l’uso. La Manifattura ha sviluppato un ingegnoso sistema per gestire tre funzioni mediante la corona, grazie a un dispositivo dotato di una ruota a colonne che permette di scegliere tra l’ora locale e la data e che garantisce una precisione assoluta e una sensazione vellutata al tatto quando si preme il pulsante sulla corona.

Thumbnail
Thumbnail

GMT

Questa complicazione consente di indicare due fusi orari sul quadrante di un orologio. Blancpain la associa inoltre alla data, collegata a sua volta all’ora locale. 
Alcuni modelli GMT sono dotati di un’ulteriore lancetta che scandisce l’ora di riferimento su una scala di 24 ore, mentre le lancette principali permettono di leggere l’ora locale (secondo fuso orario). Altri esemplari invece presentano un contatore di 24 ore o di 12 ore collocato in un piccolo quadrante. Nel caso di un contatore di 12 ore, un’ulteriore finestrella fornisce l’indicazione giorno/notte.


 

Torna in cima